Reati sessuali - avvocato avviso di garanzia

avvocato esperto reati e illeciti amministrativi

-avvocato esperto reato penale Bologna Pomezia Bisceglie Napoli Catania Caltanissetta Lamezia Terme Terni Livorno Andria San Severo Portogallo Pordenone Guidonia Montecelio Genova Milano Messina Modena Austria Cerignola Vittoria Tivoli Sassari Giugliano in Campania Inghilterra Lecce Potenza Olbia Afragola Roma Gela Velletri Crotone Pisa Rho Taranto Marano di Napoli Prato Piacenza

Reati sessuali - avvocato avviso di garanzia Messina Potenza reato ambientale reati violazione obblighi familiari reati querela ufficio avvocato studio legale Novara

-avvocato penalista stupefacenti reati violazione privacy facebook reati ostativi rilascio porto d armi reati pubblica amministrazione reati apologia fascismo autoriciclaggio e reati tributari reati urbanistico Trieste Rimini Rho reati di viaggio reati falsa fatturazione reato non fermarsi al posto di blocco reati omissivi Anzio

Quando si parla di avviso di garanzia, ci si riferisce ad un atto la cui importanza non va certamente sottovalutata, considerando il fatto che è proprio grazie ad esso che l’indagato viene a scoprire di essere sottoposto a delle indagini. Questo significa che senza avviso di garanzia, probabilmente, l’indagato non verrebbe mai a sapere delle indagini su di lui, per cui si ritroverebbe a dover affrontare improvvisamente e senza alcun preavviso le problematiche e le conseguenze di un arresto senza, magari, avere il tempo necessario per poter scegliere un avvocato che lo possa difendere in tempo e nel migliore dei modi.

avvocato penalista Viterbo

-Avviso di garanzia.

È l’art. 369 del codice di procedura penale a disciplinare l’avviso di garanzia, con il quale si intende un atto mediante il quale si può informare la persona che lo riceve che esistono delle indagini in corso su di lui.

L’avviso di garanzia o informazione di garanzia si chiama in tal modo perchè si tratta di un’informazione attraverso la quale viene garantita all’indagato, che la riceve dal PM, la possibilità di essere assistito da un proprio difensore di fiducia. Può succedere, però, che, nonostante l’indagato sappia di essere sotto inchiesta e di poter nominare un suo avvocato di fiducia, non lo fa entro un tempo ragionevole, per cui il PM può decidere di nominarne uno d’ufficio.

Con questo avviso, poi, è possibile conoscere non solo le norme giuridiche che si ritengono essere state violate dall’indagato, ma anche la data e il luogo in cui c’è stata questa violazione. La garanzia, quindi, si riferisce alla possibilità di esercitare il diritto di difesa per quanto riguarda gli atti ai quali i difensori devono assistere.

avvocato esperto reati lesione personale

È importante ricordare che l’avviso di garanzia è un istituto che vige in Italia, e che viene inviato non solo a chi è sottoposto ad indagini e, quindi, all’indagato, ma anche alla persona che è stata offesa dal reato commesso. Tutto sta, comunque, alla decisione del Pubblico ministero di compiere uno specifico atto garantito a cui il difensore dell’indagato deve assistere.

-Il contenuto dell’avviso di garanzia.

L’avviso di garanzia, per essere valido, deve contenere delle informazioni importanti, tra le quali vi sono:

-le norme che si considerano violate, per cui va indicato il reato in questione di cui si accusa l’indagato e gli articoli legati ad esso;
-la data e il luogo dell’avvenuto reato;
-il consiglio di nominare un avvocato oppure di accettarne uno d’ufficio nominato dal Pubblico ministero.

avvocato esperto reato violenza domestica

Il PM può anche delegare la Polizia giudiziaria per far notificare l’avviso di garanzia, polizia che deve scrivere anche il verbale per la nomina del difensore di fiducia. In base a ciò, quindi, l’indagato deve indicare il nome del difensore che lo assisterà, alcune informazioni circa lo studio legale e il foro competente.

-Le facoltà dell’indagato.

L’avviso di garanzia è un atto con cui viene garantito il diritto di difesa dell’indagato, il quale ha delle facoltà legate alla sua difesa. Queste facoltà sono:

-presentare le richieste scritte al PM;
-fornire i documenti;
-ricorrere alle indagini difensive;
-chiedere al PM il compimento di atti di indagine;
-chiedere di essere interrogato.

avvocato penalista Pordenone

Inoltre, l’indagato deve anche retribuire il difensore d’ufficio oppure, se vi sono le condizioni, accedere al patrocinio gratuito a spese dello Stato. In genere, anche queste facoltà sono riportate nell’avviso di garanzia.

-avvocato penalista reati di opinione Siena reati societario reati falso d autore reati non colposi Catanzaro reato favoreggiamento reati di evento reati procedibili d ufficio reati conflitto di interessi reati di plagio Svizzera reati e delitti reati querela di parte Trapani droga reati borsa reati di prostituzione minorile reati amministrativi reati violazione account facebook reato busta sposi reato abuso edilizio reato bullismo
-Le ragioni della notifica di un avviso di garanzia.

La notifica dell’avviso di garanzia avviene in busta chiusa, la quale deve essere inviata mediante raccomandata con ricevuta di ritorno. Però, affinchè vi sia la certezza che l’indagato venga a conoscenza dell’atto, può succedere che la notifica avvenga tramite Polizia giudiziaria, che la consegna direttamente all’indagato, il quale viene identificato tramite documento di riconoscimento.

Quindi, se una persona riceve un avviso di garanzia in quanto indagato significa non solo che ci sono delle indagini in corso su questa persona, ma che si è reso necessario compiere un atto garantito verso di essa. La continuità delle indagini indica solo che è in corso un procedimento penale, ma senza la certezza che vi sarà un processo, per cui ricevere l’avviso di garanzia non significa diventare imputato.

Il passaggio da indagato ad imputato si verifica nel momento in cui, insieme all’avviso di garanzia, vengono notificati anche l’avviso di conclusione delle indagini preliminari, con cui si informa l’indagato che si sono concluse le indagini su di lui e che, quindi, ci sono tutti i presupposti per dare inizio ad un processo penale; e il decreto di rinvio a giudizio, nel quale sono indicati i reati per i quali si procede.

L’unica cosa che l’indagato può e deve fare non appena riceve un avviso di garanzia è quella di nominare un difensore di fiducia il prima possibile, soprattutto per poter sviluppare sin da subito una strategia difensiva efficace.